Polinesia quando andare

Polinesia quando andare?

È necessario informarsi bene sul tipo di clima presente in una località prima di organizzare un viaggio, quindi scopriamo insieme in Polinesia quando andare.

Nello specifico quando andare in Polinesia? E quando non andare in Polinesia?

È importante scegliere il periodo migliore, in maniera tale da trovare le condizioni climatiche favorevoli cercando di evitare le piogge o i periodi dove splende poco il sole.

In ogni caso si può affermare che il clima in Polinesia è di tipo tropicale. Questo Paese è un ampio arcipelago posizionato nell’Oceano Pacifico, nello specifico a sud dell’equatore.

In genere il clima è influenzato dai venti alisei provenienti da sud-est e si possono identificare due stagioni principali. La prima è sicuramente quella più calda e afosa che si protrae da novembre ad aprile; mentre l’altra che è considerata più fresca comprende il periodo da maggio a ottobre. La stagione dove il caldo è maggiore è la stessa dove scendono le precipitazioni in maniera più abbondante.

Il rischio cicloni nell’arcipelago è presente da dicembre ad aprile, tolte le isole Marchesi.

Le temperature non variano drasticamente nel corso dell’anno, ma solitamente sono elevate nelle isole settentrionali e si abbassano andando verso sud.

Clima

La Polinesia è composta da diverse isole, tra cui quelle della Società, posizionate nell’area più occidentale. Esse sono composte a est dalle Isole del Vento (Tahiti, Moorea, Tetiaroa, Mehetia, Maiao) e a ovest dalle Isole Sottovento (Bora Bora, Huahine, Maupiti, Raiatea, Tahaa, Manuae, Maupihaa, Motu One, Tupai). In queste isole le temperature non variano di tanto nel corso dell’anno. Però è da sottolineare che risultano un pò più fresche durante l’inverno australe, che va da giugno ad agosto.

Le Isole Tuamotu che sono ubicate più verso est, hanno un clima molto simile a quello presente delle Isole della Società.

Le Isole Marchesi ovvero le più settentrionali della Polinesia, hanno un clima caratterizzato da un forte caldo e non sono a rischio per il passaggio dei cicloni tropicali siccome sono fuori dalla loro traiettoria. Grazie a ciò si possono visitare durante tutto l’anno, ma tenendo in considerazione che, nel periodo che comprende i mesi da dicembre ad aprile, il clima è davvero afoso.

Le Isole Australi invece sono composte dalle Tubuai (Tubuai, Rimatara, Rurutu, Raivavae, Isole Maria), posizionate nei pressi del Tropico, e dagli Isolotti di Bass (Rapa Iti, Marotiri), ubicati più a sud.

Essendo situate nella zona più a sud della Polinesia, queste isole presentano un clima meno caldo nel corso dell’anno. Infatti si può dire che il periodo compreso tra dicembre e aprile non è esageratamente caldo, mentre quello da giugno a settembre con temperature medie diurne che arrivano sui 24 gradi, è abbastanza fresco per condurre la vita da spiaggia.

In questo articolo ti parliamo in maniera dettagliata del CLIMA DELLA POLINESIA!

Com’è il tempo

Nelle Isole della Società, il soleggiamento è piuttosto buono durante l’anno. Infatti il sole brilla anche durante i mesi dove scendono più precipitazioni e in maniera frequente. Le isole più estese (come Tahiti) sono  caratterizzate da rilievi nell’area interna, mentre i versanti orientali dove soffiano gli alisei, risultano più piovosi messi a confronto con quelli occidentali.

Quando le isole sono composte in gran parte da foreste, in genere non ci sono delle vere e proprie stagioni secche.

In ogni caso è importante sapere che da novembre ad aprile, le Isole della Società potrebbero essere colpite da un ciclone tropicale. Infatti si consiglia il periodo compreso da maggio a metà ottobre, oppure in alternativa quello che da giugno a settembre. In maniera da evitare le piogge abbondanti e il caldo forte.

Nelle Isole Tuamotu non scendono eccessive precipitazioni, soprattutto nell’area orientale. Infatti il  periodo dove ci sono meno precipitazioni in genere va dal mese di maggio a quello di settembre.

Le Isole Marchesi hanno un andamento delle piogge diverso, irregolare nei vari anni. Quest’ultime non scendono mai in grandi quantità e raggiungono il picco massimo nel mese di giugno e quello minimo a ottobre e novembre.

In queste isole il sole splende durante tutto l’anno, anche se meno nei periodi più piovosi.

Il mare qui ha una temperatura che resta calda durante l’intero anno, siccome sono posizionate nelle vicinanze dell’equatore.

Nelle isole Australi le piogge sono piuttosto abbondanti e regolari anche nei mesi da giugno a settembre, dove vengono causate da perturbazioni occidentali ogni tanto presenti anche nel periodo invernale.

Polinesia quando andare: informazioni utili

Temperature per stagione e per mese

INVERNO
MESE DIC GEN FEB
MAX (°C) 30 30 30
MIN (°C) 24 24 24
PRIMAVERA
MESE MAR APR MAG
MAX (°C) 30 30 29
MIN (°C) 24 24 23
ESTATE
MESE GIU LUG AGO
MAX (°C) 29 28 28
MIN (°C) 23 22 23
AUTUNNO
MESE SET OTT NOV
MAX (°C) 28 29 29
MIN (°C) 23 23 23

Precipitazioni medie

INVERNO
MESE DIC GEN FEB
PREC. (mm) 275 165 230
GIORNI 12 17 16
PRIMAVERA
MESE MAR APR MAG
PREC. (mm) 205 160 135
GIORNI 18 13 9
ESTATE
MESE GIU LUG AGO
PREC. (mm) 95 84 70
GIORNI 6 5 4
AUTUNNO
MESE SET OTT NOV
PREC. (mm) 70 110 230
GIORNI 5 5 6

Ore di sole per stagione e per mese

INVERNO
MESE DIC GEN FEB
SOLE (ore) 7 6 7
PRIMAVERA
MESE MAR APR MAG
SOLE (ore) 8 7 7
ESTATE
MESE GIU LUG AGO
SOLE (ore) 7 7 8
AUTUNNO
MESE SET OTT NOV
SOLE (ore) 8 7 7

temperatura del mare

INVERNO
MESE DIC GEN FEB
TEMP (°C) 28 28 28
PRIMAVERA
MESE MAR APR MAG
TEMP (°C) 29 29 28
ESTATE
MESE GIU LUG AGO
TEMP (°C) 27 27 26
AUTUNNO
MESE SET OTT NOV
TEMP (°C) 26 27 27

Fuso orario Polinesia

Il fuso orario dell’Italia è 12 ore avanti rispetto a quello della Polinesia.

A causa della notevole differenza di ore che c’è in un Paese rispetto all’altro, può succedere di cadere nel fenomeno del jet lag, ovvero una condizione di mancato adeguamento dell’orologio biologico al repentino cambiamento di orario. I sintomi che si presentano sono piuttosto fastidiosi, e sono stanchezza e sonnolenza.

Per attenuare gli effetti negativi del jet lag, gli esperti consigliano di alimentarsi in maniera leggera, idratarsi a sufficienza, praticare con regolarità attività fisica ed esporsi alla luce solare.

Cosa fare in Polinesia: prima parte

Ci sono tanti posti meravigliosi da visitare in Polinesia e tante attività da praticare. Uno dei luoghi più suggestivi è sicuramente l’isola di Tahiti, dove sono presenti spiagge mozza fiato. Ma non solo, infatti sulla costa meridionale dell’isola, precisamente a Mataiea, ci sono i noti “Giardini Vaipahi”, che ricoprono una superficie di oltre 10000 m²  e dove si possono scoprire tantissime varietà di fiori, nello specifico più di 75.

Altrettanto bello è il lago di acqua dolce Vaihiria, posizionato ad un’altezza di 465 m. Il luogo è l’ideale per una bella nuotata o per praticare la pesca dell’anguilla immersi nella natura

Da vedere è anche l’isola vulcanica di Bora Bora probabilmente una delle più incantevoli in assoluto. La laguna, dal colore blu acceso, è piena di coloratissimi pesci tropicali. Sulla baia si possono ammirare i tipici Overwater Bungalows presenti sull’isola. Qui è presente anche il monte vulcanico Otemanu, alto 727 m sul livello del mare. Per i più avventurosi si consiglia la scalata tramite un’escursione guidata, dove al termine si trova la grotta sacra Anau, esattamente sotto la cima.

TUTTE LE NOSTRE IDEE DI VIAGGIO SONO QUI!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here