Quando andare alle Galapagos?

È fondamentale capire bene il tipo di clima presente in una località prima di organizzare un viaggio, quindi cercando di scegliere quando andare alle Galapagos nel periodo migliore.

Nello specifico quando andare alle Galapagos? E quando non andare alle Galapagos?

È sicuramente importante scegliere il mese dove il tempo è buono, in maniera tale da evitare il periodo delle piogge o quello dove il sole brilla poco.

Il clima che caratterizza le Galapagos è di tipo tropicale, ma può anche essere delineato come un clima arido.

Le Galapagos sono un arcipelago composto da 13 isole vulcaniche, situate nell’Oceano Pacifico, nello specifico a circa 1.000 chilometri dalla costa occidentale dell’America meridionale.

Dal punto di vista Politico le isole Galapagos fanno parte dell’Ecuador.

A livello geologico, ci sono isole davvero antiche, che si sono originate 4 milioni di anni fa. Si può affermare che alcune sono ancora in fase di formazione e che questa  zona dell’oceano in corrispondenza dell’arcipelago è una delle aree vulcaniche più attive della terra.

La città principale delle Galapagos è la località di Puerto Baquerizo Moreno, posizionata sull’isola di San Cristobal che è quella più orientale dell’arcipelago.

Non molto distante da essa c’è l’aeroporto più importante di queste isole.

Nei pressi della città si possono trovare luoghi curiosi come la Baya de los lobos, dove si possono avvistare i leoni marini, e lo scoglio Leon Dormido, dove si possono ammirare molteplici tipologie di uccelli.

Clima

Nell’arcipelago delle Galapagos ci sono principalmente due stagioni: una calda dove scendono maggiori precipitazioni che si protrae da gennaio a maggio e una caratterizzata da un clima più fresco, che però è anche più secca, nel periodo tra luglio e novembre. Queste condizioni climatiche determinano una distintiva conformazione del territorio, composta da paesaggi sovente aridi.

Anche se bisogna sottolineare che c’è sempre un’eccezione, in questo caso sono le montagne delle isole più estese, dove scendono più precipitazioni.

In ogni caso alle Galapagos il clima è meno caldo messo a confronto con quello presente nelle altre isole nei pressi dell’equatore. Infatti grazie alla corrente di Humboldt, l’afa è piuttosto ridotta. Quest’ultima è una corrente che parte dal mare ad Ovest del Sud America e arriva fino alle Galapagos.

In quest’area in generale ci sono diverse correnti marine che si alternano. Un altro esempio è una corrente calda che deriva invece dall’America centrale. Infatti si può dire che anche l’alternanza delle diverse correnti, contribuisce alla determinazione di un clima variabile.

Altrettanto importante da sapere è che durante il periodo più fresco è presente la garua, una nebbia che si crea dalla condensazione di minuscole gocce d’acqua. Inoltre nel periodo più fresco si formano sovente delle nubi che rimangono basse a causa dell’inversione termica generata dalle correnti marine fredde.

In questo articolo ti parliamo in maniera dettagliata del CLIMA DELLE GALAPAGOS

Com’è il tempo

Durante la stagione calda le precipitazioni scendono in maggiore quantità, anche se non sono mai eccessive e soprattutto cadono sotto forma di temporali nel pomeriggio. In ogni caso il mese più piovoso è per certo quello di marzo.

Tolta la presenza a volte delle precipitazioni, solitamente il soleggiamento è buono nell’arco di tutto l’anno.

Anche durante il periodo maggiormente caratterizzato dalle piogge, ci sono comunque molti viaggiatori che conducono la vita da spiaggia grazie alle temperature più calde dell’acqua del mare. Quest’ultima è sufficientemente alta per fare il bagno anche nel periodo da gennaio a maggio. Invece diminuisce di alcuni gradi nel periodo tra luglio e novembre.

Nelle isole Galapagos di solito i rovesci sono piuttosto variabili, ma diventano più ingenti negli anni del Niño. Invece in quelli della Niña, all’opposto, scendono in minor quantità.

Galapagos quando andare?

Alla fine il periodo ottimale per fare un viaggio in questo arcipelago è quello che va da febbraio a maggio, in particolare per chi predilige la vita da spiaggia.

Infatti questo periodo dell’anno può essere considerato come il più caldo e quello dove brilla maggiormente il sole, anche talvolta può succedere che nel pomeriggio ci siano dei temporali.

Il periodo invece dove c’è più fresco, è quello compreso tra luglio e novembre, ideale però per fare delle escursioni immersi nella natura.

Nelle zone di pianura scendono sporadicamente delle precipitazioni, anche se può succedere che il clima venga influenzato da nebbia e foschia.

Per certo è da evitare il periodo fra settembre e novembre, siccome il mare potrebbe essere agitato e quindi potrebbero sorgere delle complicazioni per gli spostamenti in barca da un’isola all’altra

Galapagos quando andare: informazioni utili

Temperature per stagione e per mese

INVERNO
MESE DIC GEN FEB
MAX (°C) 27 29 30
MIN (°C) 21 23 23
PRIMAVERA
MESE MAR APR MAG
MAX (°C) 30 30 29
MIN (°C) 23 23 22
ESTATE
MESE GIU LUG AGO
MAX (°C) 27 25 24
MIN (°C) 21 19 19
AUTUNNO
MESE SET OTT NOV
MAX (°C) 24 25 26
MIN (°C) 18 19 20

Precipitazioni medie

INVERNO
MESE DIC GEN FEB
PREC. (mm) 7 50 65
GIORNI 10 9 6
PRIMAVERA
MESE MAR APR MAG
PREC. (mm) 85 35 16
GIORNI 5 4 3
ESTATE
MESE GIU LUG AGO
PREC. (mm) 2 4 5
GIORNI 1 3 4
AUTUNNO
MESE SET OTT NOV
PREC. (mm) 7 7 5
GIORNI 6 6 4

Ore di sole per stagione e per mese

INVERNO
MESE DIC GEN FEB
SOLE (ore) 6 6 8
PRIMAVERA
MESE MAR APR MAG
SOLE (ore) 8 8 8
ESTATE
MESE GIU LUG AGO
SOLE (ore) 8 6 6
AUTUNNO
MESE SET OTT NOV
SOLE (ore) 5 5 6

temperatura del mare

INVERNO
MESE DIC GEN FEB
TEMP (°C) 23 24 26
PRIMAVERA
MESE MAR APR MAG
TEMP (°C) 26 26 25
ESTATE
MESE GIU LUG AGO
TEMP (°C) 23 22 21
AUTUNNO
MESE SET OTT NOV
TEMP (°C) 21 22 22

Fuso orario Galapagos

Il fuso orario Italiano risulta di 7 ore più avanti rispetto a quello dell’arcipelago delle Galapagos.

A causa della notevole differenza di ore che c’è in un Paese rispetto all’altro, può succedere di cadere nel fenomeno del jet lag, ovvero una condizione di mancato adeguamento dell’orologio biologico al repentino cambiamento di orario. I sintomi che si presentano sono piuttosto fastidiosi, e sono stanchezza e sonnolenza.

Per attenuare gli effetti negativi del jet lag, gli esperti consigliano di alimentarsi in maniera leggera, idratarsi a sufficienza, praticare con regolarità attività fisica ed esporsi alla luce solare.

Cosa fare alle Galapagos

Nelle isole Galapagos per gli amanti della natura ci sono davvero tanti paesaggi da vedere, soprattutto una gran quantità di specie animali da ammirare.

Infatti per chi organizza un viaggio in questa località si consiglia di andare nell’isola Santa Cruz, dove c’è il Charles Darwin Research Center, dove ci sono interessanti osservazioni sulle attività di conservazione della fauna caratteristica. Non molto lontano dal centro c’è il Fausto Llerena Tortoise Center, dove si possono ammirare varie tipologie di tartarughe giganti. La città più importante è Puerto Ayora, da dove si può partire per fare un’escursione di più o meno un’ora che conduce alla Tortuga Bay. Quest’ultima è composta da due spiagge, tra cui una è meno esposta alle correnti e quindi più adatta per un bagno. Altrettanto affascinante è La Laguna di Garrapatero dove si possono scorgere dei fenicotteri rosa; il luogo dista più o meno venti chilometri dalla città.

Nell’itinerario non può mancare l’isola di Bartolomé, una delle più note alle Galapagos. I viaggiatori arrivano dal mare, nello specifico sulla spiaggia a fianco a Pinnacle Rock, dove nel periodo compreso tra gennaio a marzo, fanno il loro nido le tartarughe marine. L’isola ha anche un grande parco marino caratterizzato dalla presenza di simpatici animali come pinguini, tartarughe marine, razze e i temibili squali.

TUTTE LE NOSTRE IDEE DI VIAGGIO SONO QUI!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here